Buenos Aires vista da Aldo Sessa.

Buenos Aires vista da Aldo Sessa. Una mostra fotografica allestita a Palazzo Venezia a Roma celebra la città del cardinale Jorge Mario Begoglio. Le foto di Aldo Sessa, intervistato da Fabio Bolzetta all’interno dello spazio quotidiano “Sulle tracce di Papa Francesco”, testimoniano una città con un passato coloniale che ne ha segnato non solo l’aspetto artistico ma anche l’animo cosmopolita.

La città fondata per ben due volte sotto la corona spagnola, raggiunge la sua indipendenza nel 1880, tra il 1880 e il 1930 diventa una delle dodici capitali del mondo all’avanguardia, grazie anche alla posizione strategica del suo porto, il prestigio e la grandezza dell’intero paese si esprimono simbolicamente attraverso grandi palazzi e abitazioni pubbliche desunte dal modello architettonico europeo che ben si fonde con le caratteristiche locali conferendo un aspetto suggestivo e irripetibile.

La mostra, che resterà aperta fino al 2 agosto, è ricca di scatti suggestivi e di particolari che caratterizzano la città di Buenos Aires come l’obelisco, il porto de La Boca, il Teatro Colòn, il Tango, l’Orto Botanico, ma anche il barrio di Flores, dove è nato Jorge Mario Bergoglio al quale proprio Tv2000 ha dedicato ampio spazio.

Sono 56 le fotografie giganti, molte in bianco e nero, dal tocco poetico e dallo stile raffinato, che raccontano gli angoli più suggestivi e permeati di storia di Buenos Aires, rendendola unica e desiderabile.

Per saperne di più vai nel sito di Artifex

Lascia un Commento