Dopo 67 anni ritrova la famiglia del soldato tedesco che lo fece nascere durante la guerra

Francesco Zambonini, ospite di Fabio Bolzetta nello spazio Arancio di Nel cuore dei giorni, nasce nel 1944 a Case Balocchi (provincia di Reggio Emilia) in quel periodo occupata dai soldati tedeschi. La madre Gelsomina è molto malata e non riesce a partorire. A rischio della propria vita decide così di chiedere aiuto a un ufficiale sanitario della Luftwaffe: Gottfried Lubeck. In quei giorni è in atto un rastrellamento su larga scala con l’obiettivo di stanare partigiani. L’ufficiale sanitario tedesco contravvenendo agli ordini decide di aiutare la donna a partorire. Ma l’aiuto di Gottfried non si limita a questo: di suo pugno scrive una lettera nella quale chiede di “risparmiare” il giovane Francesco insieme alla madre e al padre. Questa lettera conservata dalla madre di Francesco sprona il ragazzo a cercare dopo molti anni il suo benefattore. Grazie all’aiuto di un brillante giornalista, Matteo Incerti, Francesco Zambonini riuscirà a rintracciare dopo 67 anni i familiari di quell’ufficiale che lo fece nascere.

Lascia un Commento