La storia di Mihalyi Geza

A Villa Pamphili tutti i proprietari di cani conoscono un anziano signore che passeggia sempre con le tasche piene di biscotti. Inutile dire che tutti i cani lo riconoscono e tutti gli fanno festa quando lo incontrano. Ma questa è una storia che comincia tanto tempo fa in un luogo molto lontano. Questo signore, Mihalyi Geza, ospite di Fabio Bolzetta nello spazio Arancio di “Nel cuore dei giorni”, è nato in Ungheria nel 1930. All’età di 20 anni, sotto il regime comunista di quegli anni, fu arrestato, torturato e detenuto per 4 anni perché sospettato di spionaggio. Un’esperienza assolutamente drammatica segnata però da alcuni episodi particolari in cui i cani lupo della polizia politica ungherese, lo hanno aiutato a sopravvivere a quell’orrore, a volte mangiando dalle stesse ciotole. Fuggito nel ’56 durante la primavera di Praga, si rifugiò da allora nel nostro paese.

Lascia un Commento