La Via Crucis di Papa Francesco insieme ai giovani di tutto il mondo

Le immagini di Papa Francesco che raggiunge il luogo della Via Crucis. Nel pomeriggio del 26 luglio il lungomare di Copacabana è gremito di fedeli e di giovani che accolgono con gioia ed entusiasmo il pontefice. Il Papa, sul palco accanto a lui, durante la Via crucis è stato affiancato dai “cartoneros” argentini. Si tratta di uomini e donne senza lavoro che sono costretti a vivere nelle “villas miserias”, le favelas argentine povere e degradate. Dopo la crisi economica che ha investito l’Argentina nel 2011 sono più di 100mila le persone che vivono frugando nelle immondizie alla ricerca di cartone, metallo e cibo.

Tredici delle 14 stazioni della Via Crucis si trovavano lungo un percorso di 900 metri presso il Viale Atlantico, il lungomare di Copacabana, l’ultima stazione è stata rappresentata sul palco centrale dove si trovava Papa Francesco. Sono stati 280 gli artisti e i volontari che hanno animato la funzione. I testi delle meditazioni sono stati composti dai religiosi dehoniani impegnati in Brasile accanto ai giovani.

Papa Francesco ha ricordato il cammino della Croce “che è uno dei momenti forti della Giornata mondiale della gioventù”. Dal 1984, la Croce “ha percorso tutti i Continenti e ha attraversato i più svariati mondi dell’esistenza umana, restando quasi impregnata dalle situazioni di vita dei tanti giovani che l’hanno vista e l’hanno portata”. Fu al termine dell’Anno Santo della Redenzione che il Beato Giovanni Paolo II volle affidare la Croce ai giovani dicendo loro: “‘Portatela nel mondo come segno dell’amore di Gesù per l’umanità e annunciate a tutti che solo in Cristo morto e risorto c’è salvezza e redenzione”.

Lascia un Commento