La vita della beata Eurosia Fabris Barban

Padre Gianluigi Pasquale e Maria Carla Piccolo, ospiti di Fabio Bolzetta nello spazio Arancio di “Nel cuore dei giorni”, sono i pronipoti della Beata Eurosia Fabris Barban, conosciuta come “MAMMA ROSA”, e ci raccontano aneddoti e miracoli legati a Mamma Rosa. Il suo è uno straordinario esempio di santità nella normalità. Nata nel 1866 in una famiglia di modesti contadini, a vent’anni sposa il vedovo Carlo Barban, già padre di due bambine. Con lui ha nove figli; a questi se ne aggiungono altri tre adottivi. Guidati dalla testimonianza di vita della mamma, tre dei nove figli diventarono sacerdoti. La vita di famiglia con i suoi doveri e sacrifici fu per Eurosia palestra di virtù e santificazione. Eurosia muore nel 1932 a Marola. La sua beatificazione è avvenuta nella cattedrale di Vicenza il 6 novembre 2005 con la lettura della lettera apostolica di beatificazione firmata da Papa Benedetto XVI.

Lascia un Commento